Attività veterinarie indifferibili

Il recente aggravamento dell’emergenza COVID-19 in Piemonte e l’inserimento del territorio regionale tra le zone interessate dalle misure di contenimento più rigide, unitamente all’impiego diffuso di dirigenti veterinari nelle operazioni di contrasto alla diffusione del virus, obbligano ad una valutazione su quali attività in capo ai Servizi Veterinari debbano ritenersi indifferibili e quali possano invece essere differite.

A tale proposito, fatte salve diverse indicazioni da parte del Ministero della Salute, si ritiene che i Servizi Veterinari delle ASL in indirizzo debbano garantire tutte le attività di controllo ufficiale indifferibili, così come definite dalla nota scaricabile qui in sotto.

DGISAN_12758-08042020-attività_indifferibili