Vino: richiesta proroga per la dichiarazione di vendemmia 2018

21.10.2019

Grappolo d'uva

Con una lettera firmata congiuntamente da Confagricoltura Piemonte, Cia Piemonte e Alleanza Cooperative, il coordinamento Agrinsieme ha richiesto all’Assessore regionale all’Agricoltura Marco Protopapa una proroga al 15 dicembre 2019 del termine di presentazione delle dichiarazioni di vendemmia, di produzione vinicola e di diffusione dei dati per la campagna vitivinicola 2019/2020.

La scadenza, precedentemente fissata al 15 novembre, ha suscitato preoccupazioni negli operatori CAA a causa di un sensibile ritardo nella campagna di raccolta delle uve, in particolar modo per le varietà tardive a bacca rossa. Contrariamente a quanto avvenuto negli ultimi anni, infatti, il 2019 sta facendo registrare un prolungamento della vendemmia che, con ogni probabilità, si protrarrà, in particolare per Barbere e Nebbioli, fino all’ultima settimana di ottobre.

Ciò determinerà non poche difficoltà nel poter reperire in tempo utile tutte le informazioni necessarie in termini dio quantità e di scelte vendemmiali, per predisporre le dichiarazioni di raccolta entro il prossimo 15 novembre.

La problematica è diffusa su tutto il territorio piemontese, dove la maggior parte delle aziende viticole coltiva varietà a maturazione precoce e tardiva.

A fronte di queste criticità, Agrinsieme ha quindi richiesto all’Assessorato regionale all’Agricoltura di supportare nelle sedi ministeriali competenti la richiesta di posticipare l’attuale scadenza del 15 novembre al prossimo 15 dicembre, termine entro cui scade anche la presentazione della dichiarazione di produzione.

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail