Numerose aziende suinicole in Confagricoltura a Cuneo per il corso Classyfarm

01.07.2019

Classyfarm_Confagricoltura_Cuneo

Quasi un centinaio di imprenditori suinicoli della provincia di Cuneo venerdì 28 giugno hanno affollato la sala conferenze della Confagricoltura a Cuneo per partecipare al corso di formazione Classyfarm, organizzato in collaborazione con Ferrero Mangimi e sotto l’egida di Agrimpiemonteform. Dopo un’introduzione alle tematiche affrontate da parte del direttore di Confagricoltura Cuneo, Roberto Abellonio, Valentina Vottero (Regione Piemonte) e Enrico Giacomini (IZSLER Brescia – Veterinario Accreditato formatore ClassyFarm) hanno presentato il sistema ClassyFarm e come applicarlo in allevamento.

Sono state passate in rassegna le normative introdotte per la regolamentazione del benessere animale all’interno degli allevamenti suini, con particolare attenzione alla questione relativa al taglio coda, strettamente connessa al progetto Classyfarm. Quest’ultimo è il sistema integrato voluto e finanziato dal Ministero della Salute e realizzato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia ed Emilia Romagna con la collaborazione dell’Università di Parma, finalizzato alla categorizzazione dell’allevamento in base al rischio. Il sistema dovrebbe migliorare la collaborazione e il dialogo tra gli allevatori e l’autorità competente per elevare il livello di sicurezza e qualità dei prodotti della filiera agroalimentare.

I relatori hanno elencato, definendone le caratteristiche teoriche e le casistiche pratiche, tutti gli elementi e le attività aziendali che vanno monitorati e mantenuti secondo gli standard previsti a livello europeo. Tra questi: il management, le strutture, gli strumenti e le tecniche aziendali messe in atto, che influiscono sul benessere del suino e che sono contemplati all’interno della checklist utilizzata per valutare il benessere presente all’interno di un allevamento dai veterinari ufficiali. Sono state evidenziate, infine, anche tutte le criticità emerse nel confronto con gli allevatori circa l’applicazione delle norme.

Dal 1° luglio tutte le aziende suinicole dovranno uniformarsi alla nuova normativa europea in materia di Benessere Animale e Controlli Ufficiali, in vista di una serie di controlli che verranno svolti a campione per verificare la corretta applicazione delle linee guida europee. Chi ha frequentato il corso ha acquisito l’attestato necessario per certificare la conformazione alla normativa.

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail