Il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio in visita a Confagricoltura Cuneo

26.11.2018

centinaio abellonio allasia

Una delegazione di dirigenti di Confagricoltura Cuneo, con i responsabili degli uffici di zona dell’organizzazione, ha ricevuto sabato mattina la visita del ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio, accompagnato dai parlamentari cuneesi Giorgio Bergesio e Flavio Gastaldi. Ad accogliere il ministro, nella sede zonale della Confagricoltura di Alba, il presidente provinciale e regionale di Confagricoltura Enrico Allasia e il direttore di Cuneo Roberto Abellonio.

Al ministro il presidente Enrico Allasia ha illustrato la situazione del settore primario sul territorio, soffermandosi sulle criticità aperte: dalla difesa dei redditi agricoli al problema dei selvatici, dalla necessità di interventi per fronteggiare il dissesto idrogeologico alla lotta al cambiamento climatico.

In particolare il direttore di Confagricoltura Cuneo Roberto Abellonio si è concentrato sulla sindrome della moria del kiwi. “Ad oggi per il Piemonte – ha chiarito Roberto Abellonio – si può stimare una perdita di produzione di actinidia di circa 15-20mila tonnellate e un danno economico al comparto frutticolo di circa 20 milioni di euro all’anno. Inoltre, negli ultimi 2 mesi, i frutticoltori cuneesi sono stati costretti ad estirpare oltre 400 ettari di impianti di actinidia, molti dei quali nel pieno dell’età produttiva”.

Confagricoltura Cuneo ha anche illustrato al ministro la diffusione sempre più preoccupante di cimice asiatica, un insetto alieno che sta causando notevoli problemi alle coltivazioni, in particolare al nocciolo. “Al ministro – dichiara il presidente di Confagricoltura Cuneo e Piemonte Enrico Allasia – abbiamo chiesto di agevolare l’iter autorizzativo per rendere possibile anche in Italia l’impiego dell’insetto antagonista della cimice già nella prossima stagione, per contrastare il parassita in modo biologico, favorendo la messa in campo di una rete di sperimentazioni e monitoraggi diffusi nelle varie aree del Paese”.

Il ministro Centinaio, che ha mostrato attenzione nei confronti delle richieste espresse da Confagricoltura, ha assicurato l’impegno del governo a intervenire per favorire la difesa delle nostre produzioni, coinvolgendo i ricercatori del Crea e attivando una serie di sperimentazioni per contribuire a difendere e a valorizzare le migliori eccellenze agroalimentari di cui il Piemonte è particolarmente ricco.

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail