Valori delle uve stabili o in leggero calo per via della produzione in aumento

30.10.2018

Grappolo d'uva

Martedì 24 ottobre si è riunita la Commissione di cui all’art. 5 dell’accordo collettivo sui contratti agrari della provincia di Cuneo (legge 203/82), per determinare i valori indicativi delle uve per ogni singola Denominazione, in modo che possa trovare applicazione il calcolo del canone d’affitto annuale dei vigneti secondo i parametri di percentuale convenuti nei singoli contratti.

Dopo l’approfondita analisi circa l’andamento dell’annata agraria, della vendemmia e del mercato delle uve, la Commissione nominata dalle Organizzazioni di Categoria, Confagricoltura, Coldiretti e Cia, che hanno sottoscritto l’accordo collettivo, ha espresso i valori.

L’annata 2018 nei vigneti della provincia di Cuneo è buona sotto molti punti di vista e registra una produzione con quantitativi leggermente superiori rispetto all’anno precedente per quasi tutti i vitigni; ecco perché i valori sono nel complesso stabili o in leggero calo su qualche denominazione”, sottolineano Gian Luca Demaria, Mario Viazzi e Alessandro Bottallo, rispettivamente presidente della sezione Vini rossi di Confagricoltura Cuneo, segretario di Confagricoltura zona di Alba e tecnico vitivinicolo.

Scarica la tabella con i valoriTabella valori uve 2018

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail