PSR: Nuovo bando per la riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera

11.11.2017

E’ stato pubblicato sul Bollettino Regionale il nuovo bando PSR dell’operazione 4.1.3 “Investimenti per la riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera”. L’operazione” è specificamente volta a migliorare la sostenibilità ambientale delle attività agricole e di allevamento, comparto da cui si libera in atmosfera una quota significativa dell’ammoniaca di origine agricola.

I finanziamenti sono rivolti all’ottimizzazione delle strutture di allevamento degli animali e di stoccaggio degli effluenti zootecnici e dei digestati, nonché alla dotazione di attrezzature, impianti e macchinari per la gestione degli effluenti e digestati medesimi e la loro distribuzione in campo per l’utilizzo agronomico, con l’obiettivo di ridurne le emissioni in atmosfera, in consumo di acqua ad uso zootecnico, riducendo il volume di effluente prodotto dall’attività di allevamento, concorrono a limitare le emissioni azotate in atmosfera.

La dotazione finanziaria prevista per questo bando è fissata in tre milioni di euro di spesa pubblica. La domanda di sostegno può essere presentata entro e non oltre il 31/01/2018.

Possono presentare domanda di sostegno le seguenti tipologie di beneficiario:

  • Imprenditori agricoli professionali, sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati. Il possesso del requisito di imprenditore agricolo professionale deve già sussistere all’atto della presentazione della domanda.
  • Giovani agricoltori, singoli o associati, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capi dell’azienda usufruendo della Misura 6.1.1 del PSR 2014-2020.
  • Giovani agricoltori, singoli o associati, che si sono già insediati durante i cinque anni precedenti la domanda di sostegno usufruendo della Misura 112 del PSR 2007-2013. E’ necessario il possesso del requisito di imprenditore agricolo professionale, che deve già sussistere all’atto della presentazione della domanda, deve permanere fino alla data di conclusione del vincolo di destinazione degli interventi e si verifica in base ai dati presenti nel fascicolo aziendale.

Sono ammissibili al sostegno le seguenti tipologie di intervento:

  • investimenti volti a migliorare l’efficienza gestionale degli effluenti zootecnici e dei digestati;
  • investimenti volti a ridurre l’emissione ammoniacale da strutture di allevamento esistenti;
  • investimenti volti a ridurre il consumo di acqua nelle strutture di allevamento esistenti.

E’ ammissibile al sostegno la spesa compresa tra i seguenti valori:
 minimo euro 30.000, massimo euro 100.000 per gli investimenti collettivi ad uso comune;
 minimo euro 10.000, massimo euro 50.000 per gli altri investimenti.

L’aliquota di sostegno prevista nel PSR è pari al 40% della spesa ammissibile, fino al 50% in caso di investimenti collettivi.
Per informazioni rivolgersi agli Uffici Tecnici di Confagricoltura sul territorio provinciale.

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail