Calcolo IMU e TASI

11.02.2016

IMU e TASI

L’IMU è l’imposta municipale sugli immobili, istituita con il decreto legislativo 14 marzo 2011 n. 23. Sono tenuti al pagamento dell’imposta i proprietari e/o i titolari di diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie). L’IMU colpisce i fabbricati, le aree fabbricabili ed i terreni agricoli e/o edificabili nel territorio nazionale, proporzionalmente alla quota e ai mesi di possesso.

Dal 1 gennaio 2016 non viene applicata l’IMU sui terreni agricoli posseduti e condotti da Coltivatori diretti e Imprenditori Agricoli Professionali iscritti nelle relative casse previdenziali INPS ovunque siano situati (quindi sono esclusi dall’imposta anche i terreni posseduti e condotti da CD e IAP, situati nei comuni non montani).

I nostri operatori calcolano l’IMU o le eventuali tasse sugli immobili utilizzando le aliquote deliberate dai singoli comuni ed applicando le detrazioni di legge a seconda dell’immobile (ad es. terreni agricoli, fabbricati locati).

I contribuenti che si rivolgono ai nostri uffici per il calcolo dell’imposta devono presentarsi muniti di eventuali atti notarili relativi a vendite e/o acquisti effettuati nel 2016 ed eventuali atti già effettuati nel 2017 essendo l’imposta dovuta per l’anno in corso. Ricordiamo di segnalare tempestivamente la variazione di destinazione dei terreni da agricolo ad edificabile comunicandoci anche la valutazione dell’area ai fini del calcolo dell’imposta.

La TASI (Tariffa sui Servizi Indivisibili) è stata istituita con il comma 639 della legge di stabilità per il 2014. La TASI si paga per sostenere le spese dei comuni per i servizi cosiddetti “indivisibili”, quei servizi, cioè, che per il fatto di essere usufruiti da tutti i residenti del comune, non possono essere fatti pagare direttamente al fruitore.

Sono esempi di servizi indivisibili l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, la sicurezza, l’anagrafe, ecc. Insieme con le aliquote della TASI il comune dovrà approvare l’elenco dei servizi che verranno pagati con l’introito del nuovo tributo e le somme destinate a ciascuno di essi.

Come per l’IMU, gli sportelli CAF Confagricoltura sono disponibili per il calcolo della TASI.

Per maggiori informazioni contatta l’ufficio CAF Confagricoltura nella tua zona di riferimento.

 

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail