Decreto Rilancio: le principali misure che interessano il settore agricolo

21.05.2020

euro_soldi_denaro_barchetta

L’atteso Decreto Rilancio, pubblicato il 19 maggio 2020 in Gazzetta Ufficiale, prevede importanti investimenti a sostegno delle famiglie, dei lavoratori e delle aziende, ma per essere pienamente operativo necessita di ben 98 decreti attuativi.

Riportiamo di seguito una sintesi degli argomenti di maggior interesse al settore agricolo.

Art. 24 – Cancellazione Saldo IRAP 2019 e 1° acconto IRAP 2020. Per le aziende che svolgono attività connesse soggette ad IRAP viene CANCELLATO il versamento in scadenza a luglio 2020.

Art. 25 – Contributo a fondo perduto. È riconosciuto un contributo a fondo perduto a favore delle imprese – anche agricole. Il contributo spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e corrispettivi del mese di aprile 2019.

  • A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO? L’ammontare del contributo è pari al 20% della differenza di fatturato per le imprese con volume d’affari inferiore a € 400.000, la percentuale diminuisce all’aumentare del volume d’affari.
  • COME SI RICHIEDE? Dovrà essere presentata richiesta telematica – si attende decreto attuativo.

Art. 67 – Cassa integrazione ordinaria e Cassa integrazione Settore Agricoltura (CISOA). I fondi per la cassa integrazione sono stati rifinanziati. La CISOA può essere richiesta per un massimo di 90 giorni annui, anche se il lavoratore per l’anno 2020 non svolgerà il minimo previsto di 180 giornate di effettivo lavoro.

Art. 70 – Cassa integrazione in Deroga. La CIGD è incrementata di ulteriori 5 settimane fino ad agosto 2020 per i datori di lavoro cui è già stato autorizzato interamente il periodo di 9 settimane. E’ Altresì riconosciuto ulteriore periodo di 4 settimane da settembre a ottobre 2020. Si attendono specifiche disposizioni per i lavoratori agricoli.

Art. 80 – Licenziamenti. Prorogato il divieto di licenziamento è prorogato fino al 31/8/2020.

Art. 82 – Reddito di Emergenza. Ai nuclei famigliari in condizioni di necessità viene riconosciuto un sostegno straordinario. Le richieste saranno presentate tramite i CAF previa verifica indicatore ISEE. Si attende procedura telematica.

Art. 84 – Bonus 600 €. A coloro che hanno percepito per il mese di marzo l’indennità di 600€ riceveranno nei prossimi giorni ulteriore indennità di pari importo per il mese di aprile.
L’indennità è ridotta a € 500 solo per gli operai agricoli a tempo determinato, ed è cumulabile con la cassa integrazione in deroga.
Sono previste ulteriori categorie che avranno diritto al bonus (lavoratori intermittenti, stagionali diversi da agricoltura e turismo autonomi/subordinati che hanno cessato attività per emergenza COVID.
Seguiranno comunicazioni operative.

Art. 85 – Bonus 500 € lavoratori domestici. Riconosciuto per i mesi di aprile e maggio bonus di € 500 a colf/badanti a condizione che abbiano rapporto di lavoro superiore a 10 ore settimanali e non siano conviventi con il datore di lavoro.
Invitiamo gli interessati a contattare i nostri uffici di Patronato sul territorio (cuneo@enapa.it)

  • COSA SERVE? Documento di riconoscimento e codice IBAN

Art. 94 – Assunzione soggetti percettori di Cassa integrazione, disoccupazione. I soggetti percettori di ammortizzatori sociali (Cassa integrazione A ZERO ORE, disoccupazione, reddito di cittadinanza) possono essere assunti come operai agricoli SENZA PERDERE IL CONTRIBUTO DI CASSA INTEGRAZIONE/NASPI per un periodo massimo di 30 giorni rinnovabile di altri 30 – limite massimo di retribuzione € 2000,00.

Art. 95 – Contributo INAIL per acquisto dispositivi utili alla riduzione del rischio di contagio sui luoghi di lavoro. Rifinanziato il bando INAIL, il contributo non è compatibile con altri incentivi in materia di acquisto dispositivi anticontagio.
Importo massimo concedibile:
da 1 a 9 dipendenti €15.000
da 10 a 50 dipendenti € 50.000
oltre 50 dipendenti € 100.000.
Contattare i nostri uffici per maggiori informazioni.

Art. 103 – Sanatoria immigrati. È possibile regolarizzare lavoratori extracomunitari privi di permesso di soggiorno nei settori: agricoltura e lavoro domestico.
Le domande dovranno essere trasmesse in modalità telematica dal 1/6/2020 al 15/07/2020.
Si attende decreto attuativo entro 31 maggio 2020. Data la complessità della pratica e l’estrema variabilità dei singoli casi invitiamo gli interessati a contattare l’ufficio paghe.

Art. 119 – Ecobonus, Sismabonus. Riconosciuto per specifici interventi di riqualificazione energetica edifici credito di imposta pari al 110% della spesa sostenuta dal 1/7/2020 al 31/12/2021.
A titolo esemplificativo e non esaustivo:
– Isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali (max 60.000€)
– Sostituzione impianti di climatizzazione invernale (condomini e unità immobiliari singole) (max 30.000€)
Il credito può essere portato in detrazione in 5 rate annuali di pari importo.
L’intervento deve rispettare tutti i requisiti di risparmio energetico previsti dal DL 34/20.
Il credito d’imposta può essere ceduto anche all’azienda che esegue i lavori o ad un istituto di credito.
La cessione del credito può essere effettuata anche per interventi di recupero facciate o installazione impianti fotovoltaici.
Per maggiori informazioni rivolgersi presso i nostri uffici CAF. 

Art. 125 – Credito d’imposta spese di sanificazione e acquisto dispositivi anticontagio. Riconosciuto credito di imposta pari al 60% delle spese sostenute nel 2020 per la sanificazione degli ambienti e strumenti di lavoro, nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri strumenti atti a garantire la salute di lavoratori e utenti dell’azienda.
Si attende decreto attuativo circa le modalità di richiesta e fruizione del credito, quest’agevolazione non è cumulabile con il contributo INAIL.

Art. 126 – I versamenti di tributi e contributi sospesi nei mesi di marzo aprile e maggio sono spostati al 16 settembre 2020 in unica soluzione o in 4 rate mensili.

Art. 140 – Proroga al 1 gennaio 2021 dell’obbligo di memorizzazione e trasmissione corrispettivi giornalieri, chi non ha ancora acquistato il registratore di cassa telematico ha tempo fino a fine 2020 per adeguarsi.

Art. 176 – Bonus vacanze. Ai nuclei famigliari con ISEE inferiore a € 40.000 riconosciuto credito d’imposta max € 500 per il pagamento servizi offerti da imprese turistico ricettive sul territorio nazionale (anche AGRITURISMI e B&B). L’80% in sconto sul corrispettivo (sarà portato in detrazione dal titolare dell’Agritgurismo o B&B) e 20% in detrazione sulla dichiarazione dei redditi.
Si attendono disposizioni dell’Agenzia delle Entrate per le modalità operative.

Art. 177 – Esenzione dall’IMU di immobili rientranti nella categoria D/2 e agriturismo.
Nei prossimi giorni saranno inviate comunicazioni dettagliate per i singoli argomenti.

Invitiamo le aziende associate a contattare via telefono, mail, whatsapp i nostri uffici per ricevere informazioni o per fissare un appuntamento.

Al seguente link è consultabile il testo completo del provvedimento:
https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-05-19&atto.codiceRedazionale=20G00052&elenco30giorni=true

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail